L’AVVENTURA HA AVUTO INIZIO…..

Ieri, Lunedì 09 Giugno 2008 presso l’Oratorio San Bernardino di Crema ha avuto inizio questa fantastica avventura che vede i bambini cimentarsi in varie attività sportive. Ieri la “palla a due” è stata data proprio dalla Pallacanestro Crema, neo promossa di categoria, che ha insegnato alcuni preliminari di questo affascinante gioco sportivo… seguito da tiri liberi, gare di tiro e partitella tra i bambini. Nel pomeriggio, dopo la pausa pranzo, nonostante un pò di perturbazione, i giovani atleti hanno preso confidenza con un’altra attività sportiva: IL RUGBY, grazie alla presenza del RUGBY CREMA.

Oggi, Martedì 10 Giugno 2008, i bambini si sono avventurati in una gara di battutte di BASEBALL (grazie alla presenza della OLD RAGS LODI) e una mini partitella: il tutto all’ordine del puro divertimento, che anche nello sport, deve essere la priorità per i bambini. Dopo la super pizzata nella pausa pranzo, nel pomeriggio i bambini si sono divisi in due gruppi, che alternandosi hanno preso dimestichezza con il TENNIS DA TAVOLO (PING PONG), con la presenza della STERILGARDA TENNISTAVOLO … e si sono divertiti con la DANZA, grazie alla SCUOLA DANZA CHIEVE.

Domani i ragazzi invece saranno impegnati nella duplice attività sportiva: GOLF al mattino, e dopo il pranzo al sacco, verrano portati in piscina per un pò di attività natatoria: NUOTO, PALLA NUOTO, E MAGARI QUALCHE TUFFO……….

Annunci

giugno 10, 2008 at 7:37 pm Lascia un commento

EURO 2008

Sono iniziati gli Europei di Calcio 2008, e l’avventura della nostra Nazionale di Calcio…. inizia proprio in concomitanza con il “calcio d’inizio” della nostra avventura: I LOVE SPORT 2008 !!!!!!!

Il Campionato europeo di calcio 2008 (fr. Championnat d’Europe de football 2008, ted. UEFA Fußball-Europameisterschaft 2008, ingl. 2008 UEFA European Football Championship), cui ci si riferisce per brevità come a Euro 2008, è la 13ª edizione del massimo torneo continentale calcistica per Nazioni organizzato dall’UEFA, il Campionato europeo di calcio. In corso di svolgimento in Austria e Svizzera, ha avuto inizio 7 giugno 2008. La finale è in programma a Vienna il 29 giugno. Al torneo prendono parte 16 Nazionali europee; due di esse, l’Austria e la Svizzera, sono qualificate di diritto in quanto le loro Federazioni appartengono ai Paesi ospitanti la competizione; le altre 14 sono uscite da una serie di qualificazioni durate dal settembre 2006 all’ottobre 2007.

LE PRIME DATE DEGLI IMPEGNI DELLA NOSTRA NAZIONALE DI CALCIO:

9 Giugno 2008  ore 20:45   OLANDA – ITALIA
13 Giugno 2008 ore 18:00  ITALIA – ROMANIA
17 Giugno 2008 ore 20:45  FRANCIA – ITALIA

giugno 8, 2008 at 12:42 pm Lascia un commento

SE COME ME SIETE APPASSIONATI DI PALLACANESTRO…

… non potete perdervi, parlando ancora del rapporto CINEMA – SPORT, un bellissimo film sulla storia del Basket, che oltre all’aspetto sportivo, privilegia anche l’aspetto importante del rendimento scolastico.

FILM – Coach Carter (USA, 2005)

Titolo originale:  Coach Carter
Nazione:  U.S.A.
Anno:  2005
Genere:  Drammatico
Durata:  136’
Regia:  Thomas Carter
Sito ufficiale:  www.coachcartermovie.com

Cast:  Samuel L. Jackson, Robert Richard, Rob Brown, Debbi Morgan, Ashanti, Rick Gonzalez, Antwon Tanner, Nana Gbewonyo, Channing Tatum, Texas Battle
Produzione:  Coach Carter, MTV Films, Tollin/Robbins Productions
Distribuzione:  UIP

Trama:
Basato sulla storia vera del controverso e chiacchierato allenatore di Basket di un liceo americano, Ken Carter, che ricevette sia applausi che critiche quando fece notizia nel 1999 per aver portato l’intera squadra al conseguimento record di risultati accademici.

Recensione di BasketGround:
Se avete l’abbonamento a Sky o se il vostro videonoleggio di fiducia è ben fornito, questo film vale la pena di essere visto almeno una volta.
Coach Carter non è un capolavoro, ma un solido film di costume e pallacanestro il cui lieto fine è scolastico e non sportivo.
Ovvero: la squadra perde la gara del torneo finale di High School a San Francisco, al primo turno e con un tiro allo scadere degli avversari; ma i ragazzi, asini a scuola, capiscono la lezione di un sobrio Samuel L. Jackson, prendono il diploma e finiscono quasi tutti al College.
In barba alla percentuale dell’anno prima pari al 6%.
Conosciutissimo negli States, dove ha esordito al primo posto nel box office incassando 67 milioni di dollari contro i 30 di costi di realizzazione, il film non ha avuto lo stesso successo (e la stessa promozione) in Europa, dove si è fermato a complessivi 9 milioni.
Lungo più di due ore senza eccessivi passaggi a vuoto, il film si concentra sulla battaglia, persa nella sostanza ma vinta nel concetto e nell’apprendimento dei ragazzi, di Ken Carter, chiamato ad allenare la sua vecchia Richmond High School: sulla base di un “contratto” fatto coi giocatori, il rendimento scolastico, di mezzo punto superiore alla media, è fattore determinante per far parte della squadra. Ma non solo: nel momento in cui tutti o quasi i componenti rimangono sotto la decenza dei voti, Carter decide di chiudere la palestra dando vita a una vera e propria serrata.
Non si gioca finchè il consiglio d’istituto decide, ai voti, che la decisione di Carter è insubordinazione alle regole: ma quando Ken torna in palestra per dirigere il primo allenamento dopo il suo personalissimo lockout, al posto di dieci ragazzi in pantaloncini e maglietta trova libri, scrivanie e gente che studia.
La storia prende spunto dalla realtà, lo sponsor tecnico che fornisce scarpe e attrezzatura a tutti inizia in punta di piedi ma verso la fine deborda un po’.

giugno 5, 2008 at 7:59 pm 1 commento

LO SPORT ED IL CINEMA

Se siete appassionati di sport, ma amate anche il cinema, i film… ecco qualcosa che fa per voi! Da anni è nato un sodalizio tra il cinema e lo sport, e vi sono molti film in cui lo sport è sia il tema centrale, sia la semplice apparizione, a volte anche in una sola scena, ma che fa si che DOVE C’é SPORT, C’é VITA !!!!

All american boys Ciclismo
Anche gli angeli tirano di destro Boxe
L’arbitro Calcio
A rischio della vita Hockey su ghiaccio
Aspen – sci estremo Sci
Basta vincere Basket
Best Calcio
Black Sunday Football americano
Bomber Boxe
Boxe Boxe
Bull Durham Baseball
Cannonball Corse auto
Casablanca Casablanca Biliardo
Chi non salta bianco è Basket
Cobb Baseball
Il colore dei soldi Biliardo
Colpo secco Hockey
Colpo vincente Basket
Cool runnings Bob
La corsa più pazza d’America Corse auto
La corsa più pazza d’America 2 Corse auto
I due maghi del pallone Calcio
Due vite in gioco Football americano
Eccezzziunale veramente Calcio
Una faccia piena di pugni Boxe
Febbre da cavallo Ippica
Fuga per la vittoria Calcio
Un gioco da duri Football americano
Giorni di tuono Corse auto
Golden girl Atletica
He got game Basket
Indianapolis pista infernale Corse auto
Io Chiara e lo scuro Biliardo
Jimmy Grimble Calcio
Lassù qualcuno mi ama Boxe
La leggenda di Bagger Vance Golf
Lo chiamavano Bulldozer Football americano
I mastini del Dallas Football americano
Major leage – la squadra più
scassata della lega
Baseball
Un mercoledì da leoni Surf
Mezzo destro, mezzo sinistro:
2 calciatori senza pallone
Calcio
Il migliore Baseball
Momenti di gloria Atletica
Ogni maledetta domenica Football americano
Palombella rossa Pallanuoto
Il paradiso può attendere Football americano
Paulo Roberto Cotechino
centravanti di sfondamento
Calcio
Per vincere domani – Karate kid
(da 1 a 4)
Karatè
Il presidente del Borgorosso
Football Club
Calcio
Quella sporca ultima meta Football americano
Ragazze vincenti Baseball
Un ragazzo di Calabria Corsa
Le riserve Calcio
Rocky (da 1 a 5) Boxe
Rollerball Pattinaggio
Sfida per la vittoria Calcio
Sognando Beckham Calcio
Lo spaccone Biliardo
Space jam Basket
Tempi migliori Football americano
The fan – il mito Baseball
The program Football americano
Il tifoso, l’arbitro e il calciatore Calcio
Tin cup Golf
Toro scatenato Boxe
Totò al giro d’Italia Ciclismo
Ultimo minuto Calcio
L’uomo dei sogni Baseball
Vincere insieme Pattinaggio
Il vincitore Ciclismo
Windsurf – il vento fra le mani Windsurf
L’allenatore nel pallone Calcio
Apocalypse now Surf
Asini Rugby
Bianca Calcio
Blow up Tennis
(la partita dei mimi)
Cari fottutissimi amici Boxe
Clerks Hockey
Crack Boxe
Doppio misto Tennis
Fantozzi contro tutti Gara ciclistica
Forrest Gump Football americano
Ping pong
Fratelli d’Italia Calcio
Freejack Corse auto
Fuga da Los Angeles Surf
Fuoco neve e dinamite Sci
Gli anni spezzati Corsa
Good morning Vietnam Baseball
Il grande freddo Football americano
Grand Hotel Excelsior Boxe
(episodio con Verdone)
Hurricane – Il grido dell’innocenza Boxe
Italia Germania 4-3 Calcio
Ma che sei tutta matta? Boxe
La maestra di sci Sci
Il maratoneta Corsa
Marrakech express Calcio
Mash Football americano
Mediterraneo Calcio
Mery per sempre Calcio
(la partita senza pallone)
La messa è finita Calcio
Il mio piede sinistro Calcio
Moana e Cicciolina ai mondiali Calcio
Il mondo secondo Garp Lotta libera
I mostri Boxe
My name is Joe Calcio
Una pallottola spuntata Baseball
Panico nello stadio Football americano
Point break Surf
Porky’s Basket
Qualcuno volò sul nido del cuculo Basket
Rain man Baseball
Ritorno dal nulla Basket
La rivincita dei Nerds Vari
Rocco e i suoi fratelli Boxe
Scoprendo Forrester Basket
Il secondo tragico Fantozzi Calcio
(la mitica corazzata
Potempkin)
Sistemo l’America e torno Basket
Sleepers Football americano
The snatch Boxe
Sogni mostruosamente proibiti Tennis
(la partita con Borg)
Superman Football americano
Temporale Rosy Boxe + Lotta
The boxer Boxe
Tre uomini e una gamba Calcio
L’ultimo boy-scout Football americano
Ultimo stadio Calcio
Vacanze in America Calcio
Vacanze di Natale (vari) Sci

giugno 4, 2008 at 7:38 pm Lascia un commento

UNA SETTIMANA… E INIZIA L’AVVENTURA…

Augurandovi un BUON 2 GIUGNO, vi segnalo un sito interessante scoperto, che parla di tutti gli sport:

http://www.losportitaliano.it/

Le iscrizioni sono aperte, accorrete numerosi, ci si divertirà giocando… … …

giugno 2, 2008 at 5:18 pm 1 commento

COME SCEGLIERE L’ATTIVITA’ SPORTIVA ?

Perché è necessario fare attività fisica?
Numerosi studi hanno messo in luce i potenziali effetti negativi della ridotta attività fisica sia nell’immediato (per esempio la scarsa capacità di eseguire un esercizio fisico sostenuto) che nel lungo periodo (per esempio le alterazioni funzionali a carico dell’apparato locomotore, cardiocircolatorio, respiratorio e metabolico). Nell’età evolutiva, durante la quale all’esigenza di mantenere lo stato di salute si aggiunge quella di favorire uno sviluppo fisiologico ottimale, un’attività fisica scarsa o irregolare può comportare effetti molto negativi, riferibili alla cosiddetta “sindrome ipocinetica”. Questa può portare allo sviluppo di diversi quadri clinici definiti “paramorfismi” (modificazioni) della normalità degli organi e delle funzioni. I paramorfismi più noti, tipici dell’età evolutiva (per esempio ipercifosi dorsale, iperlordosi lombare, atteggiamento scoliotico), dipendono generalmente da una ridotta funzionalità dell’apparato muscolo-scheletrico. La consapevolezza dell’estensione del fenomeno della ridotta attività fisica e dei danni associati a questa scorretta abitudine di vita ha portato nel tempo, come naturale conseguenza, a una crescente diffusione della pratica sportiva, sia in età evolutiva che in età adulta. Questa tendenza ha prodotto ottimi risultati in termini di miglioramento dello stato di salute e di prevenzione delle patologie cronico-degenerative dell’età adulta (per esempio l’obesità, il diabete, l’ipertensione e le malattie cardiovascolari).

Quali attività sono più indicate per i bambini?
Lo sport, praticato fin dai primi anni di vita, è in grado di indurre sostanziali benefici, promuovere un buono stato di salute e stimolare un adeguato sviluppo delle capacità motorie. Una corretta formazione motoria e sportiva in età giovanile può evolversi successivamente nella pratica agonistica o come sport del tempo libero. È importante scegliere, in primo luogo, uno sport che sia adatto all’età, alle dinamiche di sviluppo e alle capacità fisiche e motorie del bambino e che rispetti i suoi gusti, realizzando le sue aspettative di relazione e di confronto sociale. In considerazione della grande disponibilità al movimento tipica dell’età infantile e giovanile, una scelta adeguata consente al bambino non soltanto di mantenere un ottimale livello di abilità fisica, ma anche di effettuare un migliore approccio all’attività fisica e sportiva vivendo lo sport in maniera piacevole e divertente. Soltanto una solida motivazione al movimento, infatti, è in grado di sviluppare un reale e duraturo interesse verso una pratica fisico-sportiva. Verso i 3 anni si consiglia il “baby nuoto”, un programma di acquaticità che si sviluppa nel rispetto delle esigenze evolutive del piccolo, che in acqua rivive l’habitat della vita intrauterina. Dai 3 ai 6 anni sono indicati il nuoto, il calcio e tutte quelle attività chiamate “ludico-motorie”, in grado cioè di avviare il bambino all’attività sportiva attraverso un approccio vissuto sotto forma di gioco e di svago. Fino agli 8 anni sono consigliate le discipline che favoriscono un migliore controllo dei movimenti e una maggiore disponibilità all’accettazione di regole: le arti marziali, la ginnastica ritmica e artistica, la danza. Dopo gli 8 anni, quando il bambino è in grado di accettare le regole e le dinamiche del gruppo, il gioco motorio assume il carattere tipicamente presportivo. A questa età sono adatti minibasket (pallacanestro), minivolley (pallavolo) e minihandball (pallamano). A partire dai 14 anni è possibile effettuare anche allenamenti mirati allo sviluppo della forza, con una preferenza per gli sport di squadra: pallanuoto, calcio, pallavolo, pallacanestro. Prima dei 12 anni si sconsiglia la pratica sportiva a livello agonistico; prima di questa età, infatti, non sussistono ancora i presupposti psicofisici idonei per affrontare intensi carichi di lavoro sia a livello fisiologico che psicologico.


maggio 29, 2008 at 8:03 pm Lascia un commento

L’importanza dello sport nell’età della crescita

Fare attività sportiva, in età adolescenziale (dai 14 ai 18 anni), non solo influisce positivamente sulla crescita, sulla formazione del nostro fisico, ma soprattutto favorisce una serie di processi che, in parte, possono determinare lo stato di salute della vita adulta.
Spesso si pratica sport per svagarsi e distogliere la mente dalla scuola e dai problemi. L’età ideale per iniziare una attività sportiva generica è cinque, sei anni, quindi all’inizio della scuola elementare.
Però i dati relativi alla sedentarietà in età pediatrica e adolescenziale sono in crescita ed è possibile stimare che un adolescente su quattro non pratica alcuna attività sportiva e chi la pratica dedica un tempo assolutamente insufficiente. Nel mondo, su dieci persone, sei non praticano nessuno sport.
I ragazzi sono sempre più interessati a cellulari, computer e play station (si calcola che un bambino di dieci anni trascorra davanti a TV, o computer, mediamente 2 ore e mezza al giorno). Questi dati emergono da un congresso nazionale di dietologi tenutosi a Perugia nel 2006.
Da piccoli lo sport è vissuto come un gioco a tutti gli effetti, un modo per socializzare, per imparare ad ascoltare, a osservare le regole e ad avere rispetto per i compagni.
Negli adolescenti l’attenzione si sposta sull’aspetto fisico: l’altezza e una buona muscolatura per i ragazzi e il peso per le ragazze.
Fare movimento può essere una passeggiata a passo sostenuto o le scale di casa. I medici di tutte le branche specialistiche sono in accordo che sono ideali 30 minuti di camminata a passo svelto tutti i giorni per controllare il peso e per una buona ossigenazione di tutti i tessuti del nostro organismo. Grazie alla collaborazione di un medico ortopedico, oltre gli spunti di natura medico-scientifica, riporto l’intervista che mi ha rilasciato.

“In termini pratici perché voi medici insistete sulla pratica sportiva nell’età della crescita?”
“L’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’istituto più autorevole sulla tutela della nostra salute, conferma che malattie come il diabete, l’ipertensione, l’artrosi siano più frequenti in persone che non hanno praticato sport”.

“Quali danni può provocare non fare sport?”
“Lo sport in età adolescenziale deve essere associato a uno stile di vita corretto. Queste regole consentono mediamente a un individuo di vivere di più e meglio”.

“Consiglia qualche sport in particolare per noi giovani ?”
“Prima dei dodici anni è consigliabile fare uno sport che sia gioco e divertimento e che sviluppi tutte le qualità fisiche e coordinative. Solo dopo i 12 anni l’allenamento può essere rivolto a un particolare sport, fino all’allenamento specialistico. In linea di massima gli sport più consigliati in fase di crescita sono gli sport di elongazione e simmetrici come il basket, la pallavolo.”

Lo sport nei giovani sembra essere passato di moda, ma se i vantaggi sono quelli descritti ci conviene fare un atto di fede. E sport sia .

Intervista a un medico chirurgo ortopedico

maggio 26, 2008 at 5:39 pm Lascia un commento

Articoli meno recenti


I feed

Blog Stats

  • 13.764 hits

Flickr Photos